Close

Not a member yet? Register now and get started.

Da Aguas Calientes a Piscacucho

Da Aguas Calientes a Piscacucho

Ieri tappa dura, abbiamo camminato da Aguas Calientes a Piscacucho sulla Via del Treno, 28km di pietre smosse e binari…
Ha compensato tutto questo il gran numero di rovine semisconosciute che abbiamo incontrato e l’immancabile natura spettacolare intorno a noi… bellissssssimoooo

 

IMG-20150414-WA0000

IMG-20150414-WA0001

IMG-20150414-WA0002

IMG-20150414-WA0003

IMG-20150414-WA0004

Be Sociable, Share!
Posted by

 

2 comments

  • Elda says:

    Siete macchine da guerra ormai !!!!! non vi ferma più nessuno !!! daje tutta!!!!!!!! besos

  • Federico Blanc says:

    IL VOSTRO CAMMINO E’ LA META DEL NOSTRO ANDARE!!!
    Avete sofferto la fame. Senza scorte, senza soldi, su sentieri isolati e solitari, appena più in là della metà del viaggio, quando ormai è più vicina la fine, quando conviene in ogni caso andare avanti anche se le gambe ed i muscoli non ne hanno più!! l’aria si fa pesante, i pensieri si fanno difficili, la ragione cede all’istinto e tutto si fa più semplice, tutto si riduce a trovare una via d’uscita, un modo di sopravvivere, tutto si riduce nell’andare avanti ancora un po’, ancora un altro passo, anche se lento, anche se pesante, anche se fa male.
    Poi la fame del corpo diventa fame dello spirito. La voglia di andare avanti, di farcela, di riprendere il controllo della propria sorte e procedere si fa più forte. E’ una sfida mentale. Mantenere la concentrazione senza distogliere la mente dall’obiettivo ed ingannare la fame del corpo per sfamare quella dello spirito.
    Roberto e Chicco ci siete riusciti! ancora una volta dimostrando che si può fare o almeno che.. ci si deve provare, sempre e comunque.
    Gambe in spalla, Fede.


Lascia un commento